La nostra storia

Famiglia Ghedina “de Iustina”, albergatori per tradizione

 

La Famiglia Ghedina “de Iustina” ( Soprannome di Famiglia che deriva da Titta de Iustina da Alverà 1702 – 1762 ) acquista questa tipica casa ampezzana con stalla e Fienile nel 1876.

Il Capofamiglia Giuseppe è un ottimo artigiano nella lavorazione della filigrana d’argento, arte orafa importata dal lontano oriente tramite i mercanti Veneziani che gli artigiani di Cortina hanno portato ad un ottimo grado di perfezione, dalla metà del 1700 ai primi anni del 1900, con riconoscimenti a livello internazionale.
Nel Suo laboratorio, dove oggi c’è il Bar, oltre al figlio Massimiliano, collaboravano fino a 8 lavoranti.
Alla fine dell’800 venne aperta un semplice Osteria.
La casa durante la prima guerra mondiale finì in mano ai soldati Austriaci e poi Italiani, diventando punto di controllo strategico lungo la via regia. In questo periodo subì gravi danni alla sua struttura.



Il Figlio Massimiliano, dopo la guerra e rimessa a posto la casa, continuò l’opera paterna e sposò Giuditta Menardi “Sèla” che veniva da una dinamica Famiglia di Commercianti.

Dal suo attivismo si cominciò a fornire alloggio ai primi Turisti e soprattutto ai Famigliari dei degenti dell’ Ospedale Codivilla, che arrivavano da tutta Italia per le cure elioterapiche.

Con il successivo sviluppo del turismo in valle, la Famiglia Ghedina cominciò ad organizzare meglio l’Ospitalità ai Clienti e a fornire anche un semplice servizio di locanda con bar a disposizione anche per i clienti di passaggio.

Durante la seconda guerra Mondiale l’Albergo ebbe varie vicissitudini.
Venne utilizzato quale scuola di fortuna e poi nuovamente come posto di controllo militare prima Tedesco, poi Americano ed infine italiano con i militari della Folgore.

Rimasta vedova appena dopo la guerra, con la collaborazione di tutti i Figli, portò avanti l’attività e la vecchia locanda “Villa alla Verra“ prese il nome di Hotel des Alpes.

Nel 1956 si ebbe il riconoscimento del Diploma d’Onore con il terzo premio e medaglia di bronzo dall’ente provinciale per il Turismo di Belluno quando la casa fu completamente ristrutturata ed ingrandita in occasione dell’Evento Olimpico di Cortina, durante il quale il nostro Albergo ospitò la squadra Finlandese .

Dopo le Olimpiadi cominciò la storia moderna dell’Albergo, i Figli di Massimiliano e Giuditta si alternarono nella conduzione della Casa che oggi è gestita dai loro Nipoti.

Nell’anno 2006, passati 50 dalle Olimpiadi, La Famiglia Ghedina de Justina ha voluto intervenire nuovamente in modo strutturale al completo rinnovamento dell’ Albergo adeguando la Casa ai nuovi canoni di accoglienza e di comfort, con la viva speranza che la nostra tradizione di Ospitalità possa proseguire nel modo migliore per gli anni futuri.